A website for experts

Come si opera sul mercato finanziario

Ecco quali sono gli aspetti da tenere in considerazione per iniziare ad investire

Innanzitutto, per comprendere appieno come si opera sul mercato finanziario, è fondamentale scegliere su quale mercato specifico investire, dunque individuare su quale tipologia di strumento finanziario si ha intenzione di operare. Partendo dal presupposto che le tecniche usate nel settore sono tante, ed ognuna di esse comporta degli aspetti positivi e negativi, il primo  step da affrontare è sicuramente quello di tenere in considerazione la liquidità di un mercato, un aspetto determinante nella riuscita dei propri investimenti. In questo senso, è sicuramente meglio preferire un mercato liquido, che permetterà quindi di acquistare o vendere alla cifra desiderata senza slippage (ovvero la differenza tra il prezzo deciso per la vendita e quello di liquidazione). Ad esempio il mercato del Forex è molto liquido, mentre quello delle Mid-Cap è poco liquido: quest’ultimo prevederà sicuramente uno slippage molto più frequente, il che determinerà una percentuale di rischio di perdita non da sottovalutare.

Come si opera sul mercato finanziario

Quindi, per operare sul mercato finanziario, una volta che si è individuato il mercato su cui operare, arriva la fase di studio dei movimenti di mercato. Questa analisi si può effettuare in due modi: per mezzo della cosiddetta Analisi Fondamentale, lo studio dei trend dal punto di vista macroeconomico, dei bilanci societari nonché dei dati finanziari, oppure per mezzo dei grafici che permettono di visualizzare lo storico dei prezzi, quindi di dedurre se un certo asset ha registrato un andamento rialzista, se una società è apprezzata, etc.

Un altro aspetto fondamentale da tenere in considerazione quando si decide di operare sul mercato finanziario è sicuramente il timing, ovvero quella fascia di tempo che rappresenta il momento di entrata e di uscita dal mercato, che può essere di pochi minuti o di anni.

Tuttavia non c’è da dimenticare che per riscuotere successo e soddisfazione nell’ambito degli investimenti ci vuole disciplina, determinazione e pazienza. Sono altrettanto importanti l’informazione e la consapevolezza: al fine di conoscere appieno le regole e gli strumenti di investimento, è consigliabile consultare le guide il materiale informativo disponibile in rete.

I principali strumenti finanziari

Le differenze tra i mercati più rilevanti

Come dicevamo, la prima cosa da fare quando si decide di iniziare ad operare sul mercato finanziario è quella di individuare uno strumento finanziario. Ma quali sono i mercati più rilevanti su cui è possibile investire? Vediamoli insieme:

– Mercato azionario (MOT): comprende i titoli di credito e in caso di liquidazione da la possibilità all’investitore di recuperare il valore nominale e gli interessi.

– Mercato azionario (MTA): comprende le azioni e concede al possessore di avere il dividendo e non garantisce il valore nominale. Il capitale investito può essere completamente perso.

– Mercato dei prodotti indicizzati (MTF – MCW): comprende i fondi e alcuni warrant e permette di operare su un intero mercato senza dover acquistare i titoli.

– Mercato dei derivati (IDEM – MCW): comprende i mercati derivati e si tratta di un mercato molto volatile.

Una volta scelto uno strumento finanziario, come funziona? Operare sul mercato finanziario significa affrontare vari step: in primis vi è la pre-asta ovvero quel momento in cui vengono raccolti gli investimenti ma che ancora non vengono eseguiti, dopociché vi è l’asta, che rappresenta quella fase in cui vengono messi a confronto ed incrociati gli ordini al fine di avere un unico prezzo, che sarà il prezzo di apertura; lo step successivo è rappresentato dalla negoziazione continua, in cui l’ordine va nel book, un elenco delle proposte di acquisto e di vendita che sono presenti in un deterninato intervallo di tempo nella Borsa Italiana.

Come si opera sul mercato finanziario

Recensione di EZTrader